Notalone.us: una comunità di supporto per le donne che hanno avuto aborti

20 maggio 2019

Il 411: attraverso video potenti, NotAlone.us dà alle donne che hanno avuto un aborto un luogo sicuro per condividere le loro storie con altre donne in modo che non è più possibile feelafraid, vergogna o da soli.

Che tu sia pro-life o pro-scelta, la maggior parte di noi sarebbe d'accordo che l'aborto è un argomento serio che colpisce milioni, se non miliardi, di persone, ed è spesso una decisione difficile.

Nella speranza di changingthe conversazione e combattendo contro gli attacchi ai diritti delle donne, NotAlone.us fornisce uno sbocco in cui le donne possono stare tranquillo theirchoice discutere di abortire e l'impatto che ha avuto sulla loro vita.

load...

NotAlone.us Fondatori Sherry, Beth e Brett Matusoff Merfish

Non solo NotAlone.us permettono alle donne di condividere le loro storie in video, ma raccomanda anche utile risorse finanziarie, mediche, statistici e politici.

Le organizationwas fondata nel 2013 da Sherry Matusoff Merfish e le sue figlie Beth e Brett, ed Emily Letts, il cui video della propria esperienza dell'aborto è andato virale, unito al team nel 2014.

Ora, con più di 30 video del sito, NotAlone.usencourages le donne ogni giorno per avere il coraggio di esprimere la propria opinione su un argomento che iscommonlysurrounded dal segreto e la vergogna.

“Avevamo visto, in particolare con il successo del mio video, come influente che l'esperienza possa essere - non solo la registrazione del video e la condivisione della storia pubblicamente, ma anche vedere la faccia di qualcuno e sentirli parlare di una tale esperienza stigmatizzato”, ha detto Letts.

Offrendo il supporto in modo tangibile

E 'una cosa è leggere la storia di qualcuno in un articolo, ma ciò che il team di NotAlone.usfeels rende ancora più di un impatto e diventa ancora più persone a parlare è il video in cui le donne possono effettivamente vedere e sentire ciò che l'esperienza è stato come per qualcuno.

load...

“Per avere qualcuno registrare la loro storia l'aborto può essere una cosa molto difficile, anche se lo fanno sentire al sicuro e pronto, quindi una delle cose che abbiamo fatto è la creazione di interviste a persone e registrare le conversazioni di Skype in cui chiedo loro domande e supporto in un modo molto più tangibile “, ha detto Letts.‘stiamo davvero cercando di creare una comunità per tutti coloro che hanno condiviso le loro storie di aborto pubblicamente’.

Il prossimo passo

Che Letts e la famiglia Matusoff Merfish stanno facendo è molto incredibile, e il futuro sembra essere ancora più incredibile, con raccolte di fondi, attivismo politico, la consulenza e molto altro all'orizzonte.

Emily Letts

“Stiamo sicuramente cercando verso quella e anche solo per capire come creare spazi sicuri online in termini di guarigione, perché, ovviamente, non tutte le storie di aborto sono il più positivo, per esempio, il mio era, quindi siamo interessati a guarigione post-aborto e la consulenza “, ha detto Letts.‘uno su tre womenwill hanno un aborto nella loro vita, e vogliamo capire il modo univoco da utilizzare i social media e su YouTube e tutte queste nuove tecniche a portata di mano per aiutare con de-stigmatizzazione’.

load...

Per ulteriori informazioni su NotAlone.usand ascoltare le storie avvincenti di tante courageouswomen, visitnotalone.us.